17 dicembre 2018

Santa Lucia Cagliari

Ricerche sulla chiesa pił antica della cittą

Guida Audio MP3

L'area degli scavi

La parte oggi interessata dagli scavi archeologici ha rivelato l'area del presbiterio e parte dell'aula della chiesa. Il numero <1> segnala la scalinata del presbiterio, che risale alla sopraelevazione eseguita negli anni ottanta del Seicento. I numeri da <2> a <5> indicano alcune delle pavimentazioni posate durante le ristrutturazioni negli ultimi quattrocento anni:

  • il <2> una pavimentazione in piastrelle esagonali in cotto, attribuibile probabilmente al sec. XIX;
  • il <3> una pavimentazione in lastre di ardesia realizzata nel XVIII secolo;
  • il <4> dei frammenti di azulejos bianchi e verdi, presumibilmente databili alla prima metą del sec. XVII;
  • e il numero <5> la pavimentazione in cotto di formato quadrato e rettangolare, probabilmente del primo impianto seicentesco.

Sono state trovate tre sepolturea databili intorno al XVIII secolo. Una di queste, al numero <6>, apparteneva ad un uomo di quasi 1,80 m di altezza, forse un personaggio non di origine isolana. Sappiamo che, fin dalla fine del '500, venivano sepolti a Santa Lucia anche cittadini francesi, residenti in cittą per affari commerciali. La prima persona sepolta a Santa Lucia, della quale si ha notizia, era un figlio di Violante Deana, sepolto l'8 gennaio 1581. Fino al 1816 oltre mille persone furono sepolte nella chiesa.